Altadefinizione Film Streaming HD - L'unico Originale!
Altadefinizione
Guarda su Altadefinizione01 film streaming in altadefinizione
Rimani sempre aggiornato con il nuovo indirizzo: Altadefinizione01 Nuovo (.green Attuale)
Skip » 13 sec
Condividi!
Commenta
Voto:



DVDrip
Sub ITA
La caduta di Berlino - parte 1

La caduta di Berlino - parte 1

Padeniye Berlina
6.0
IMDB: 6.0/10

DVDrip

167 Minuti

1949

Drammatico / Guerra / Film Sub ITA

Mikheil Gelovani Boris Andreyev Vladimir Savelev Marina Kovalyova

La caduta di Berlino - parte 1

1 397

31-08-2020, 16:58

tt0041727

Trama

La caduta di Berlino - parte 1 streaming... Uno stakanovista (Boris Andreev) fidanzato con una maestra (M. Kovaleva) e decorato da Stalin (Michail Gelovani) dopo l'aggressione hitleriana, partecipa alla battaglia di Stalingrado II. Nel corso della campagna di Germania ritrova la fidanzata, ch'era stata deportata, poi, mentre Hitler (V. Stanicvn) muore suicida, partecipa alla presa di Berlino, mentre i popoli liberati festeggiano la vittoria di Stalin e la caduta del nazismo. Il film segnò il culmine del culto della personalità. I drammatici avvenimenti del 1941-1945 vi sono visti, nello stile di Cavalcata attraverso le vicende d'una "tipica" famiglia russa, ma il protagonista Aleksej Ivanov (Boris Andreev) altro non è che un buon colosso disciplinato e un po' ottuso. Alle violente scene di battaglia, alle caricature piuttosto spinte di Hitler, dei nazisti (e anche di Churchill) s'oppone la calma olimpica d'uno Stalin installato nelle maestose sale del Cremlino, che decide la vittoria segnando su una carta geografica con un dito geniale il punto strategico chiave a un gruppo di generali sull'attenti. Per la realizzazione di quest'epopea "monumentale" furono impiegati mezzi colossali, paragonabili a quelli di Cecil B. De Mille. Il film non è certo privo di meriti, e le sue miniature hanno a volte le dimensioni d'un grande affresco, dotato di un buon senso plastico, soprattutto nell'apoteosi finale, con le danze sulle rovine del Reichstag. Sequenze notevoli: le bombe degli aggressori hitleriani che scoppiano in campi fioriti di papaveri, la liberazione dei deportati, il suicidio di Hitler e di Eva Braun nel bunker della Cancelleria. Ma nel suo complesso e nell'impostazione è un'opera di deteriore agiografia, ricca solo di adulazione e retorica e segna uno dei momenti più neri del cinema sovietico. Da Dizionario dei film, Firenze, Sansoni, 1968..Fonte Trama!


visibile su
Ultimi Film Aggiunti/Aggiornati